Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

Nuovo progetto negli Stati Uniti intrapreso da DEMACLENKO


75 Titan presto in volo verso il West Virginia

La stagione invernale del nostro emisfero sta per concludersi, con una conferma di un progetto importante per DEMACLENKO. I gestori dell’impianto Snowshoe Mountain Resort, parte del Alterra Mountain Company, confermano l’acquisto di 75 Titan DEMACLENKO per le proprie piste. Hanno scelto per le loro piste il generatore in questo momento più potente sul mercato, capace di produrre 105m3/h nelle corte finestre temporali di freddo.

Un’introduzione al progetto: verranno investiti 4 milioni di dollari nell’ammodernamento e ampliamento dell’impianto di innevamento e della flotta dei battispista a partire dalla prossima stagione, con l’obiettivo di aprire i primi giorni del mese di dicembre grazie al nuovo impianto e ai nuovi mezzi. Il nuovo impianto ha l’obiettivo di tagliare i costi di consumo, si calcola un risparmio pari a 5,000,000 kwh ; vale a dire 500 volte il consumo domestico tipo di una famiglia americana in un anno.

Merito anche delle ventole DEMACLENKO che,nonostante l’alta produzione di neve, riesce a contenere il consumo energetico. Inoltre l’automatizzazione dell’impianto tramite il software Snowvisual, permetterà di utilizzare le macchine con maggiore controllo e conseguentemente di utilizzare in modo più oculato le risorse a disposizione - ogni generatore grazie alla stazione meteo riesce a misurare temperatura e umidità dell’ambiente, dati che vengono trasferiti al software e permettono così di calibrare le quantità di aria e acqua e assicurare neve di alta qualità e in abbondanza.

La conferma di tale progetto sancisce l’inizio di una partnership di valore tra DEMACLENKO e Snowshoe Mountain Resort e conferma il buon lavoro che l’azienda altoatesina sta conducendo da qualche anno su territorio americano.